Come funziona l'incentivo
Con l’Ecobonus 110% avrai diritto a una detrazione fiscale al 110%.

Gli interventi trainanti che godono dell’aliquota sono tre:

Cappotto termico

interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali che interessano l’involucro dell’edificio, con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio stesso (pavimentazione sul piano terra, facciate e copertura); 

Sostituzione dei generatori di calore con caldaia a condensazione di classe A

interventi sulle parti comuni degli edifici per sostituire gli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento, la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto prevista dal regolamento delegato;

Sostituzione del generatore di calore con pompa di calore di classe A

interventi sugli edifici uni-familiari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a pompa di calore, inclusi gli impianti ibridi e geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici.

Facendo uno dei questi interventi in Ecobonus 110% potrai aggiungere (sempre con detrazione al 110%):
  • Impianti fotovoltaici
  • Infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici
  • Impianti di co-generazione
  • Serramenti e schermature solari
  • Solare termico
  • Building Automation
Possono fare domanda per l’Ecobonus:
  • I condòmini (anche condòmini che hanno seconde case)
  • Singole unità immobiliari adibite ad abitazione principale
  • Istituti Autonomi Case Popolari (IACP)
  • In House Providing
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa
Per usufruire della detrazione al 110% dovrai soddisfare alcuni requisiti:
  • Realizzazione di almeno uno degli interventi previsti per l’Ecobonus 110% a cui possono essere aggiunti gli altri interventi già detti
  • Raggiungimento di due classi energetiche dell’edificio secondo la certificazione energetica
  • Asseverazione tecnica sulla congruità spesa, il rispetto dei criteri ambientali minimi sui sistemi di isolamento, i requisiti prestazionali involucro-impianto energetici sottesi all’aumento di classe energetica
  • Visto di conformità fiscale rilasciato al contribuente avente diritto a sostenere la spesa;
  • Ad oggi tutti gli interventi in Ecobonus 110% vanno effettuati in un periodo compreso tra il 1 luglio 2020 e il 31 dicembre 2021
Per quanto riguarda la detrazione potrai:
  • Ricevere lo sconto in fattura da parte del fornitore, che potrà poi recuperarlo sotto forma di credito di imposta cedibile ad altri soggetti, inclusi banche ed intermediari finanziari. Diventando creditore di imposta è come se l’impresa avesse pagato anticipatamente le tasse allo Stato, che negli anni stornerà le imposte anticipate dell’impresa stessa;
  • Trasformarla direttamente in credito di imposta (da ripartire in cinque quote annuali di pari importo);
  • Cedere il relativo credito fiscale maturato con i lavori (quella cifra che ti verrebbe restituita nell’arco di cinque anni) a banche, assicurazioni o altri intermediari finanziari o alla stessa impresa che ha fatto i lavori, che a sua volta sarà libera di cederlo a una banca.